Il Percorso

Progetti culturali

All’interno delle attività sviluppate, riserva un’importanza significativa a tutto ciò che concorre a sostenere le esigenze culturali ed educative del territorio in cui opera, dando spazio e rilievo a progetti e iniziative che possano stimolare la partecipazione attiva dei cittadini alle iniziative promosse nei luoghi della cultura ovvero negli spazi che sono destinati alla pubblica fruizione della cultura: musei, archivi, biblioteche, teatri, sale da concerto, centri culturali, ecc.

La cultura, infatti, rappresenta per la Fondazione un filone importante e in continua evoluzione, grazie anche al lavoro effettuato in anni recenti partecipando a progetti nazionali e transazionali che hanno consentito di creare una rete di partner locali ed europei su temi specifici.

Lotto. L'inquietudine della realtà

La mostra prevede un confronto-dialogo tra il capolavoro del grande maestro Lorenzo Lotto, la MADONNA COL BAMBINO TRA I SANTI GIOVANNI E CATERINA D'ALESSANDRIA, e un affermato artista contemporaneo, Giovanni Frangi, chiamato a misurarsi con l’opera antica per dar forma ad una propria visione.

Per l'esposizione, Fondazione Luigi Clerici ha realizzato i materiali multimediali di spiegazione dell'opera del Maestro.

OpenArtLAB

Il progetto “OpenArtLAB – Cittadinanza culturale: l’Arte diventa strumento di Empowerment e coesione sociale” della GASC | Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei intende migliorare l’accessibilità alla collezione d’arte del Museo attraverso percorsi tematici, laboratori, eventi nella sede di Villa Clerici: un luogo sempre più aperto di produzione culturale nella periferia nord di Milano per favorire processi di inclusione e coesione sociale attraverso iniziative di mediazione culturale, di potenziamento educativo e di partecipazione di persone con particolari fragilità.

OpenArtLab è un progetto realizzato dalla Casa di Redenzione Sociale in partenariato con Fondazione Luigi Clerici, con il contributo della Fondazione di Comunità Milano – Città, Sud Ovest, Sud Est, Martesana onlus.

IncontrArti

Il Museo Diocesano insieme a Fondazione Luigi Clerici, con il contributo di Fondazione di Comunità Milano, promuovono “IncontrArti: Museo Diocesano Carlo Maria Martini, incontro tra Arte e Comunità per l’inclusione sociale”, un progetto di inclusione sociale e di valorizzazione del patrimonio museale, attraverso l’avvicinamento all’arte di persone che vivono in situazioni di fragilità ed emarginazione.
Il progetto è articolato in due filoni, rispettivamente in collaborazione con Caritas Metropolitana e con l’Associazione Nazionale Subvedenti ODV.

Tintoretto Rivelato

 “Tintoretto Rivelato” (06 dicembre 2019 - 2 febbraio 2020), ha visto esposta l’Annunciazione del Doge Grimani del pittore Jacopo Robusti detto il Tintoretto: un capolavoro maestoso, carico di significati spirituali e di segreti artistici.

Per l'esposizione, Fondazione Luigi Clerici ha realizzato le elaborazioni grafiche dell'Opera d'Arte a supporto delle tecniche innovative di fruizione multimediali elaborate dal Polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano. Attraverso una ricostruzione fedele degli elementi singoli che compongolno l'Annunciazione, il pubblico ha potuto assaporare, dettaglio dopo dettaglio, ogni elemento pittorico e semantico dell’opera.

Vo.Ca.Te

Dalla partnership tra Fondazione Luigi Clerici, Provincia di Lecco, Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera, Fondazione Monastero Santa Maria del Lavello, per la parte italiana, e associazione Cantar di Pietre, Mendrisiotto Turismo, Fondazione Processioni storiche, Comune di Mendrisio, per la parte svizzera, è nato il progetto La voce della terra: canti e riti della tradizione (VOCATE).

L’obiettivo di VOCATE è la valorizzazione delle tradizioni corali e musicali e delle ritualità dell’area di cooperazione (le grandi processioni, i carnevali, i riti agricoli, le feste liturgiche), per incrementare le presenze turistiche e consolidare le radici culturali dei territori di frontiera.

Il Lavello dei cittadini

Fondazione Monastero Santa Maria del Lavello, in partenariato con Fondazione Luigi Clerici, ha realizzato sul territorio di Calolziocorte (LC) una serie di azioni volte alla valorizzazione e alla fruizione partecipata del patrimonio a disposizione della collettività, prevedendo alcune attività estese a tutta la popolazione ma focalizzando le azioni soprattutto verso i giovani (soggetti a rischio di “deriva culturale”), elemento di raccordo con le famiglie in particolare e con la comunità territoriale in generale.

ForTi-Linea Cadorna

Il progetto è stato suggerito dalle forti potenzialità che la Linea Cadorna e le Fortificazioni Ticinesi (ForTi) presentano, in primis, dal punto di vista culturale e della memoria storica e, in secondo luogo, dal punto di vista ambientale e paesaggistico, data la loro collocazione in zone strategiche delle Alpi. Obiettivo del progetto è stato l'utilizzo di queste strutture per valorizzare il dialogo e lo scambio transfrontaliero in un'ottica di turismo sostenibile, ampliando e diversificando l'offerta .